venerdì 22 settembre 2017

Sottovuoto professionale: le confezionatrici a campana e ad estrazione

Il problema della conservazione alimentare investe la ristorazione in tutti i settori, dal fast food al ristorante di lusso, passando per pizzerie ed hotel. Il sottovuoto è una tecnica che ha portato un grande aiuto agli chef di tutto il mondo, in quanto permette di allungare notevolmente la durata degli alimenti senza comprometterne aspetto, odore e sapore.
In commercio si possono trovare forniture per ristoranti idonee a realizzare il sottovuoto, a prezzi disparati. Per quanto riguarda le grandi cucine industriali di ristoranti e hotel, normalmente gli chef decidono di optare per attrezzature professionali, in grado di sopportare anche grandi carichi di lavoro.
Essenzialmente esistono due grandi categorie di macchine per il sottovuoto: quella a campana e quella ad estrazione (quest’ultima utilizzata soprattutto in ambiente domestico o piccole attività di ristorazione).
confezionatrici sottovuoto professionali


La
macchina confezionatrice sottovuoto per uso professionale è quella “a campana”, ma oggi le stesse ditte produttrici cominciano a proporre anche dei modelli semiprofessionali per uso casalingo. È composta da una struttura in acciaio che contiene una vasca dove sono presenti più spessori, che abitualmente sono costituiti da taglieri, per facilitare il confezionamento di liquidi creando la pendenza voluta. Sulla parte alta della macchina vi è una campana in plexiglas trasparente che permette di vedere le fasi del confezionamento. Dentro la vasca è presente la barra per la saldatura ricoperta in teflon per permettere al sacchetto di essere saldato senza che la plastica si fonda. La barra è composta da due parti: una per la saldatura e un’altra che sigilla a sua volta il sacchetto proteggendo la prima saldatura. La macchina ha un display che, oltre a selezionare le impostazioni, serve a visionare le fasi del confezionamento. Si può impostare la percentuale del vuoto e il grado, quindi la forza di saldatura del sacchetto. Il sottovuoto a campana è l’unico possibile per gli alimenti liquidi, oltre a quelli solidi.

La macchina per il sottovuoto a estrazione oggi è molto diffusa e sufficientemente economica se pensiamo alle potenzialità del suo impiego in cucina. È una confezionatrice per il sottovuoto a tutti gli effetti rispetto a quella a campana, ma è molto più maneggevole e con dimensioni contenute, caratteristiche più snelle che in casa sono perfette. Abitualmente è di materiale plastico e ha una fessura sul fondo dove va inserito il sacchetto per essere confezionato: lì si trova la barra saldante. Sulla parte alta, in genere, sono posizionati i comandi che sono di solito tre: un pulsante serve per azionare e far partire la produzione del vuoto, un secondo per sbloccare il vuoto e il terzo per la saldatura. Alcune macchine utilizzano lo stesso pulsante per avviare e bloccare il vuoto. 

AllForFood.com, da anni leader nel settore delle
forniture per la ristorazione, ti propone decine di diversi modelli di termosigillatrici e confezionatrici per il sottovuoto, nonchè contenitori, buste ed altri accessori per il sottovuoto. 

venerdì 15 settembre 2017

Il roner e la cottura professionale a bassa temperatura

Tra le attrezzature per la ristorazione introdotte relativamente di recente nel mondo delle cucine industriali troviamo il cosiddetto roner, utilizzato prevalentemente nella tecnica della cottura a bassa temperatura. Per definire la cottura a bassa temperatura, non si può parlare di una sola tecnica. È più corretto descriverla come una strategia, che lo chef può mettere in pratica secondo le esigenze di produzione, le quantità da cuocere, le tipologie di prodotto e il proprio gusto, usando strumenti e tecniche molto diversi tra loro. Le due più utilizzate sono la cottura sottovuoto per immersione in acqua a temperatura costante e quella in forno in “camera libera”.
cottura professionale

Il roner è uno strumento diffuso e ampiamente utilizzato nelle cucine professionali da almeno una quindicina di anni. Il termine “Roner” indica in realtà una delle marche di punta di quello che per definizione è un “riscaldatore termoregolato ad alta precisione”, detto anche bagno termostatato. Ve ne sono di diverse tipologie, con apposita vasca per la cottura o da applicare al contenitore che troviamo più idoneo. Quest’ultimo è davvero molto pratico perché non ingombra per nulla e possiamo adattarlo a una casseruola capiente o a una vasca gastronorm. In pratica una vasca contenente acqua riscaldata da una resistenza elettrica controllata da un termostato digitale e dotata di un dispositivo che mescola continuamente il liquido per garantire la massima uniformità possibile di temperatura in ogni punto. I sacchetti con la carne da cuocere in sottovuoto vengono immersi in acqua a temperatura di 63° C per tempi di cottura molto lunghi, anche più di 30 ore. I forni professionali di ultima generazione (e soprattutto i roner) lavorando a temperature così basse hanno consumi molto ridotti. Inoltre, un dato molto importante è che con la cottura in bassa temperatura la perdita di peso del prodotto (cioè l’acqua che viene liberata e che normalmente evapora) è solo del 5-7% contro una perdita del 40% in media di una cottura arrosto.

Occorre tuttavia conoscere gli alimenti e le loro caratteristiche per evitare di rovinarli, quindi una volta scelto il cibo che si vuole cuocere in base alla pezzatura lo si cucina ad una determinata temperatura per un tempo stabilito. 

Ci sono però situazioni in cui le macchine alimentari tipo “roner” non sono così funzionali. In particolare se si deve lavorare su grandi volumi, che richiederebbero il riscaldamento di quantitativi d’acqua proibitivi. In questo caso ad esempio, si potrebbe optare per una cottura a bassa temperatura in forno professionale a camera libera.

Su AllForFood.com puoi trovare un ricca selezione di attrezzature per la cottura professionale, dal bagnomaria al girarrosto. In base al tipo di attività puoi allestire la tua cucina con le migliori macchine alimentari sul mercato e preparare pietanze perfette per ogni occasione.

venerdì 8 settembre 2017

Scopri l'alta efficienza delle macchine per kebab di AllForFood

Se hai un chiosco specializzato in kebab, o nel menù della tua pizzeria o del tuo ristorante hai inserito anche questa gustosissima specialità di origine turca, hai bisogno di una macchina per kebab dalle alte prestazioni e quanto più funzionale. Questa squisita carne arrostita riscuote da molti anni un gran successo tra i consumatori perchè è gustosa e nutriente, può essere condita in tanti modi diversi e sfiziosi, ed è anche un piatto dai costi contenuti. Prima di dedicarti alla varietà di condimenti o al servizio di questo cibo all'interno di panini e piadine, o su un piatto vero e proprio, sono fondamentali le macchine kebab che utilizzerai per la cottura ottimale della carne. La brace rovente che si usava una volta come fonte di calore, a cui si esponeva lo spiedo di carne, è stata nettamente superata dalle macchine per kebab, che, attraverso le loro resistenze riscaldate, riescono a sciogliere perfettamente le sue parti grasse e a farle scolare evitando così che questa si abbrustolisca, o, viceversa si secchi. Le resistenze della macchina da kebab possono essere riscaldate tramite gas nella macchina kebab a gas, o tramite elettricità, nel gyros elettrico: due sistemi diversi ma entrambi molto performanti per l’ottimale produzione di calore. Le moderne macchine kebab hanno conservato, però, Il tradizionale effetto scenografico dello spiedo che cuoce girando: la carne viene tagliata a fettine con un apposito coltello elettrico, sagomata e infilzata sullo spiedo che, ruotando intorno all’asse del girarrosto, ne attua la cottura. Sul catalogo online di Allforfood, tra le varie attrezzature per la ristorazione, nel reparto cottura professionale,  troverai tutte le tipologie di macchine da kebab utilizzate dagli specialisti del settore: macchie kebab a gas, gyros elettrico e validi complementi di queste macchine alimentari, quali l’immancabile coltello elettrico e l’utilissimo kit vetri di protezione, perché la precisione e la sicurezza siano sempre garantite. Trovare il modello di macchina per kebab professionale più in linea con le tue esigenze non sarà difficile perché il nostro assortimento è veramente ampio e risponde alle più diverse esigenze di lavoro: quantità di carne, potenza, numero di bruciatori, dimensioni della carne, zone di cottura, e altro ancora. Approfitta della completezza di informazioni tecniche che ti abbiamo riservato e per qualsiasi necessità rivolgiti al numero verde di Allforfood  a te dedicato. Con le nostre macchine per kebab potrai preparare ottimi kebab in grandi quantità e in modo veloce, per allietare con questa prelibatezza persone di tutte le età e nazionalità. Acquistale ora in modo molto semplice e a prezzi vantaggiosi su Allforfood.com!

venerdì 1 settembre 2017

Evoluzione e diffusione di due importanti elementi delle divise da cucina: i grembiuli e i pantaloni da cuoco

Quando si parla di divise da cucina spesso si sottovaluta l’importanza di due parti fondamentali dell’abbigliamento per la ristorazione: il grembiule ed i pantaloni da cuoco. La loro funzione, oltre che estetica, è soprattutto quella di protezione e sicurezza alimentare.
Nella moderna divisa da chef, il grembiule può essere utilizzato direttamente sopra al pantalone da cuoco oppure come vera e propria alternativa, in particolare se si tratta del modello più classico con pettorina, anche se molti preferiscono quello da legare alla vita; a prescindere da questo, la versione più utilizzata è quella in cotone. pantaloni per cuochiIl cotone infatti (materiale utilizzato anche per gli stessi pantaloni da cuoco), presenta alcune caratteristiche molto interessanti per le cucine dei ristoranti: è ipoallergenico, semplice da mantenere pulito e non è infiammabile. Recentemente sono stati proposti anche grembiuli in materiali sintetici, difficili da sgualcire, resistenti al lavaggio, ma dotati di un grado di infiammabilità più elevato rispetto al cotone, il che non li rende particolarmente adatti per le cucine professionali dei ristoranti.
Per quanto riguarda invece i pantaloni da cuoco, in origine, era molto diffuso il modello detto “sale e pepe”, al fine di mascherare adeguatamente le macchie. Successivamente iniziò ad essere apprezzato il classico pantalone da cuoco bianco, soprattutto all’interno delle pizzerie dove si utilizza molto la farina, anche grazie alla possibilità di candeggiarlo senza problemi.
Più tardi si iniziò ad aggiungere dell’elastico sui fianchi dei pantaloni da cuoco, per ridurre il numero delle taglie e quindi le disponibilità in magazzino.
Oggi il modello che riscuote maggior successo all’interno delle cucine professionali è quello con coulisse, perché richiede una manutenzione più semplice ed è più comodo e pratico da indossare sia per gli uomini che per le donne. Con l’evoluzione del mercato poi, gli stilisti hanno incominciato a sbizzarrirsi nella creazione di pantaloni per cuoco dalle fantasie più disparate e aggiungendo dettagli alla moda, come la zampa larga, le cerniere e così via.
Se sei in cerca dell’abbigliamento professionale per la tua attività di ristorazione, rivolgiti al negozio online numero uno del settore. AllForFood ti propone giacche da chef, grembiuli e pantaloni da cuoco tradizionali e moderni, in differenti colori e modelli. Scoprili tutti nella sezione del sito dedicata alle forniture alberghiere.

mercoledì 30 agosto 2017

Per ogni attività scegli il giusto espositore refrigerato


Quando si parla di espositori refrigerati ci si riferisce ad un settore delle attrezzature per la ristorazione piuttosto ampio, che comprende diverse tipologie di banchi e vetrine specifiche per tipo di attività. Se ci si riflette un momento, è sufficiente pensare a locali come bar, pasticcerie, gelaterie e supermercati, per avere un’idea degli usi più disparati di queste forniture per la ristorazione.
I banchi refrigerati ad esempio, sono dei particolari espositori refrigerati che consentono di esporre i prodotti alimentari mantenendoli a una temperatura costante compresa tra i 3 e i 5 gradi. Perfette all’interno di esercizi come gastronomie e macellerie, queste particolari vetrine espositive vengono utilizzate anche in contesti diversi, dai ristoranti alle mense. Oltre a mantenere costante la temperatura, i banchi espositivi dispongono anche di un sistema di ventilazione che contribuisce a conservare in maniera ottimale i prodotti esposti. I banchi, al tempo stesso, integrano un piano di lavoro in acciaio e dei vetri temperati che assicurano la massima resistenza e protezione da danni di vario genere. I banchi refrigerati sono realizzati con materiali atossici e idonei per conservare gli alimenti.
vetrine refrigerate

Le vetrine refrigerate invece sono usate particolarmente in attività come bar e pasticcerie.  In un ambiente come la pasticceria si ha la necessità di organizzare prodotti caldi per la vendita al dettaglio come cornetti e paste tiepide per la prima colazione, ma anche cioccolatini artigianali, torte gelato e dolcetti tradizionali.
Si può optare per diversi espositori o scegliere le soluzioni uniche che le case costruttrici offrono. Bisogna controllare che le temperature siano sempre sotto controllo e che i diversi componenti rispettino gli standard richiesti. gelato -15, -22 gradi °C, pasticceria +2, +10 gradi °C, cioccolato +14, +16 gradi °C.

I prodotti, attualmente proposti al compito hanno raggiunto un livello tecnologico altissimo che consente l’esposizione a temperature positive e negative. I materiali con cui sono fabbricati gli espositori refrigerati permettono l’isolamento termico e la ventilazione separata da comparto a comparto, portando ad un notevole risparmio di spazio soprattutto per quei locali di metratura ridotta. I materiali utilizzati per una vetrina refrigerata per pasticceria, tra cui acciaio, vetri temperati riscaldati e pirolitici e alluminio, sono inglobati dalle forme che i designer e i progettisti creano per ogni esigenza.

Con AllForFood.com hai la certezza di acquistare attrezzature per la ristorazione di qualità a prezzi competitivi. Sfoglia il catalogo online con più di 40 mila articoli ed effettua il tuo ordine da casa con un click!

lunedì 21 agosto 2017

I rischi connessi all’utilizzo errato delle attrezzature per macelleria


L’utilizzo di attrezzature da macelleria comporta dei rischi in ogni fase della lavorazione delle carni, dall’arrivo della merce alla vendita al banco, passando per la sezionatura e la preparazione dei prodotti. In questo particolare settore sono quattro le tipologie di rischi infortunistici da parte degli operatori: ferite da taglio, ferite da presa, caduta e scivolamento, rischio elettrico.

Anche la vendita al banco presenta alcuni rischi, nonostante possa sembrare una fase relativamente “tranquilla”. Durante questa fase infatti, il macellaio oltre a vendere i prodotti preparati in precedenza effettua alcune  operazioni al banco; con l’utilizzo di coltelli a mano taglia le carni a seconda della quantità desiderata dal cliente, prepara le fettine con tagli manuali o a macchina, trita la carne con l’apposito macchinario. Le macchine e gli attrezzi più utilizzati in questa fase sono:  Affettatrice professionale,  Tritacarne,  Coltelli a mano.
affettatrici macelleria

Per svolgere l’attività lavorativa con il minimo rischio per la salute e la sicurezza dei lavoratori, è necessario che le macchine e le attrezzature abbiano determinate caratteristiche e che siano fornite di certificazione CE; inoltre il datore di lavoro deve far riferimento al manuale d’uso e di  manutenzione dei macchinari e formare adeguatamente gli operatori sul corretto utilizzo dei macchinari e dei dispositivi di protezione individuale. Fermo restando che ogni attrezzatura per macelleria richiede delle precauzioni a seconda dello specifico utilizzo, esiste una serie di rischi di carattere generale e misure di prevenzione e protezione comuni alla quasi totalità delle macchine e attrezzature, come ad esempio:  Formare e informare il lavoratore in merito all’utilizzo corretto delle macchine e delle attrezzature  Verificare sempre l’efficienza dei dispositivi di sicurezza  Avere a disposizione e conoscere il contenuto del libretto d’uso e manutenzione della macchina.  Utilizzare i dispositivi di protezione individuale specifici per le macchine e attrezzature utilizzate.
Seguendo tali consigli è possibile prevenire la maggior parte dei rischi infortunistici in questo particolare settore della ristorazione.

AllForFood.com ti offre una serie di attrezzature per macelleria, come tritacarne, pressamburger, segaossi, affettatrici professionali e molto altro ad un prezzo competitivo. Tutti i macchinari, certificati CE, sono pensati per velocizzare il lavoro e garantire la massima sicurezza agli addetti.

giovedì 10 agosto 2017

Il forno per pasticceria di Allforfood, versatilità e funzionalità per offrire ai tuoi clienti tante ottime golosità

La pasticceria sotto casa o quella più lontana, magari al centro della città, che raggiungeremmo anche se dovessimo impiegare molto tempo: mondi di golosità da gustare e apprezzare con gli occhi, dove un  profumo avvolgente ci inebria e allieta momenti di relax. Dietro tutto questo c’è l’abilità del pasticcere, resa ancora maggiore dall’efficienza di una macchina alimentare: il forno per pasticceria. Tra i forni da ristorazione, questa tipologia di forni professionali ritraggono bene il binomio vincente di operatore qualificato e attrezzatura per ristorazione di qualità. Con un forno per pasticceria di oggi, la varietà dell’offerta
che una pasticceria può dare ai suoi clienti è ampia: torte, crostate, dolci delle feste, cioccolatini, dolci da colazione, biscotti, pasticceria salata, pani particolari, brioche, pizzette e molto altro. La versatilità dei forni da pasticceria dà libero sfogo alla più ampia creatività della cucina da pasticceria: tante creazioni fantasiose ma, come per i dolci della tradizione, alla base sempre la freschezza, il sapore, la morbidezza, la fragranza e un buonissimo profumo, caratteristiche che i forni professionali per pasticceria sanno dare. Inoltre, un forno industriale per pasticceria sa rendere il lavoro del pasticcere piacevole, nonostante gli orari mattutini e i ritmi di lavoro sostenuti, perché garantisce la sicurezza della riuscita e fornisce il pieno controllo del processo di preparazione del prodotto. forno professionale per le pasticcerieSe stai cercando un forno per pasticceria dalle alte prestazioni, affidabile e funzionale, visiona il nostro catalogo on line al reparto forni elettrici: potrai scegliere tra forni elettrici statici per pasticceria, che sono anche consigliabili come forni da panificio o forni da panetteria, e sono largamente utilizzati da queste tipologie di attività; oppure potrai orientarti sui forni a convezione per pasticceria. Diversi sistemi di cottura, ma alte prestazioni in entrambi i casi: con un forno per pasticceria di tipo statico la circolazione dell’aria avverrà in modo più naturale e riscalderà l’alimento senza che questo venga a contatto con gli scambiatori; con la tipologia di forno per pasticceria a convezione l’aria, in questo caso forzata, distribuirà bene l’energia termica all’interno del forno, e penetrando nell’alimento garantirà grande uniformità di cottura e tempi e temperature inferiori. E poi Allforfood ti propone una gamma di modelli veramente assortita, per dimensioni, potenza, design, ingombro, consumi, adattabilità alle più diverse cucine delle pasticceria, tutti tecnologicamente all’avanguardia e pratici da utilizzare.
Non perdere la nostra linea pasticceria: utili macchine alimentari e elementi di arredamento per completare l’offerta della tua pasticceria regalando ai tuoi clienti tante altre golosità. Acquistale on line velocemente ed a prezzi competitivi: http://www.allforfood.com.