mercoledì 18 aprile 2018

La refrigerazione industriale secondo Forcar


Chi lavora nel mondo della ristorazione sa bene quanto sia importante la corretta conservazione e refrigerazione degli alimenti. Mantenere le diverse materie prime alla corretta temperatura non è solo un obbligo imposto dalle normative, ma anche l’unico modo per aumentare la durata dei cibi e garantire ai clienti alti standard qualitativi. Forcar, dal 1994, è azienda leader nelle attrezzature per la ristorazione soprattutto nei settori del servizio, conservazione e refrigerazione professionale. Banchi bar, vetrine bar, armadi refrigerati e abbattitori di temperatura Forcar sono solo alcune delle linee di prodotti presenti nel catalogo dell’azienda riminese. 

Dopo 10 anni dalla nascita, la crescita ed il successo di Forcar sono stati esponenziali e, diventata un’azienda ormai solida, largamente presente e riconosciuta sul mercato italiano e estero, ha deciso di affrontare una nuova sfida, realizzare una linea di articoli refrigerati.
Così nel 2004 è partita la produzione di armadi, banchi e tavoli refrigerati immessi sul mercato con un ottimo rapporto qualità/prezzo. I nuovi prodotti hanno avuto subito grande successo, grazie anche al servizio di pronta consegna che soddisfa appieno le esigenze dei clienti. 
armadi frigoriferi

Il freddo rappresenta un’importante evoluzione tecnologica nella programmazione del ciclo produttivo, per questo motivo si è ampiamente diffuso nella grande ristorazione negli ultimi tempi, complice anche la maggiore accessibilità ai frigoriferi industriali. La refrigerazione è un procedimento che consiste nella diminuzione della temperatura di un determinato spazio al di sotto del livello della temperatura ambiente e nel campo della ristorazione viene usato quotidianamente attraverso attrezzature quali armadi frigo, celle frigorifere o frigoriferi industriali.

Gli armadi frigoriferi Forcar sono studiati per garantire elevate prestazioni, ma anche la massima funzionalità sia per quanto riguarda la gestione che la manutenzione di queste indispensabili macchine alimentari. In particolare gli armadi frigo Forcar sono dotati di: evaporatore posizionato a scomparsa in modo da avere massimo spazio disponibile, vano motore con fianchi coibentati, controllo della temperatura elettronico con termostato digitale, resistenza elettrica intorno alla cornice porta per eliminazione della condensa, sbrinamento automatico con resistenza elettrica e controllo automatico della temperatura di sbrinamento, evaporazione automatica dell’acqua di condensa, pannelli esterni di fondo e schienale in lamiera galvanizzata, ecc. E’ evidente come tutti questi accorgimenti pensati per la mole di lavoro nella ristorazione, semplifichino le operazioni di gestione e utilizzo quotidiano degli armadi frigo.

Per saperne di più e per scegliere l’attrezzatura Forcar più adatta alle tue esigenze, visita il catalogo online di AllForFood.com e chiedi un preventivo gratuito in pochi click.

giovedì 12 aprile 2018

Scopri la potenza delle impastatrici Fimar


L’impastatrice a spirale è il modello di macchina che troviamo principalmente nei laboratori di panetterie e pizzerie. Viene utilizzata soprattutto per preparare impasti per pane e pizza, ma anche biscotti, croissant, bignè, pan di spagna , puree, maionese, salse varie, ecc.

La sua caratteristica principale è il movimento rotatorio del secchiello e del gancio a spirale al contempo, che rende possibile la lavorazione di una sola parte dell'impasto, mantenendo una bassa frizione del calore e ottenendo una miscela più omogenea. È possibile affermare che si tratta di una macchina versatile, sebbene non sia dotata di utensili intercambiabili, dal momento che grazie alla creatività di ciascuno è possibile preparare, come già detto, impasti per dolci, biscotti, brioche, ecc.  
impastatrici a spirale fimar

La gamma di impastatrici Fimar comprende diverse tipologie di modelli adatti ad ogni esigenza. In generale l’impastatrice a forcella è adatta a impasti sodi, più usati negli anni passati. Oggi in pizzeria gli impasti sodi sono ancora presenti, tuttavia l’impastatrice Fimar a spirale permette migliori prestazioni e soprattutto è adatta a tutti i tipi di impasto, da quelli più densi a quelli più morbidi.
In termini più tecnici diciamo che le impastatrici a spirale Fimar, con il loro lavoro, possono coprire l’esigenza di impastare impasti che vanno dal 45% fino all’80% di idratazione. Man mano che l’impastatrice lavora, agisce sulla pasta in diversi modi, prima amalgama gli ingredienti, poi agisce aprendo, stirando la pasta e viceversa anche schiacciandola sulle pareti e il fondo della vasca. Dalla sinergia delle azioni contrapposte di stiramento e schiacciamento avviene l’impasto.

L’azione dell’impastatrice Fimar a spirale, dunque, riesce a fare impasti densi o idratati, con lo stesso strumento e dunque possiamo dire che questo tipo di macchina alimentare si adatta a molte esigenze diverse. Le impastatrici professionali di norma hanno due velocità, la bassa e la alta. Queste due velocità consentono una prima fase di amalgama e una seconda fase di lavorazione della pasta. Ci sono modelli in cui si sceglie manualmente velocità e tempi. Modelli più evoluti hanno anche un temporizzatore che automatizza il ciclo di impasto.
Le impastatrici Fimar con gancio a spirale sono attrezzature per la ristorazione che coprono la maggior parte delle richieste dei laboratori. Le loro caratteristiche le rendono uniche nel mondo della ristorazione: hanno una struttura rivestita con vernice antigraffio, vasca, frusta e coperchio grigliato in acciaio inox, spirale e spatola in alluminio, inoltre sono dotate di microinterruttore su coperchio e vasca, vasca estraibile e sistema di innesto rapido degli utensili.

Scopri la gamma di impastatrici a spirale Fimar nel catalogo online di AllForFood.com ed effettua il tuo ordine con un click. Se hai bisogno di maggiori informazioni o assistenza puoi contattare telefonicamente o per email il personale di AllForFood.

sabato 31 marzo 2018

La funzione dell’abbattitore di temperatura nella moderna ristorazione


L'abbattitore di temperatura è uno strumento che permette il raffreddamento rapido di ogni genere di pietanza, sia di cibi crudi che cotti.
L'abbattitore di temperatura è quindi un impianto di refrigerazione (come celle frigorifere o armadi frigo), e può essere di varie dimensioni, che viene usato specialmente nell'ambito della ristorazione, o meglio, che è obbligatorio nell'ambito della ristorazione secondo la legge europea (852 e 853 del 2004).

L’abbattitore serve a portare velocemente a temperature basse dei cibi bollenti. Attraverso l’aria forzata abbassa rapidamente la temperatura del cibo, si può passare dai 90° ai 3° al centro del prodotto in 90 minuti. Quindi in sostanza gli alimenti raffreddano molto velocemente, passaggio che normalmente impiegherebbe diverse ore. Inoltre, l’abbattitore prolunga la durata del cibo, poiché blocca la proliferazione batterica. Con questo elettrodomestico si possono anche surgelare prodotti sia crudi che cotti, evitando così la formazione di cristalli all’interno del prodotto. Durante la fase di scongelamento gli alimenti saranno freschi come se non fossero mai stati messi nel congelatore, avendo una maggiore umidità e fragranza.
celle frigo

Microrganismi e batteri si riproducono solitamente a temperature comprese tra 10 e 60°C, con l'abbattitore nel giro di poco tempo (meno di 90 minuti) si riesce a portare il cibo da una temperatura di 70°C a una di 3°C, limitando al minimo la permanenza nella fascia di pericolo e prolungando la conservazione dell'alimento in frigorifero (in genere di alcuni giorni). Prolungando l'abbattimento di temperatura è possibile effettuare la congelazione rapida, che presenta alcuni vantaggi rispetto a quella lenta che si effettua in congelatore.

Le diverse tipologie di abbattitore di temperatura di distinguono in base alla resa frigorifera ed alla capacità (così come avviene anche per celle frigo ed armadi frigoriferi). Limitatamente al prodotto professionale solitamente si parte da un 5 teglie GN 1/1 sino alle macchine più capienti roll-in, realizzati per l’inserimento dei carrelli, sino a vere e proprie celle di abbattimento rapido. La potenza frigorifera delle macchine distingue invece tra gli abbattitori che si limitano a svolgere il ciclo positivo (da + 70°/65° sino a +10°/+3° al cuore entro le 2h) e quelli che consentono anche quello negativo del surgelamento (da +70°/65° sino a - 18° al cuore entro le 4 ore).

mercoledì 21 marzo 2018

Lavabicchieri e lavastoviglie professionali per un lavaggio al top


La fama di un ristorante parte innanzitutto dalla pulizia e dall’igiene del locale, soprattutto quando si parla di cucina e stoviglie.
Molte volte, in un ristorante, capita che un cliente si accorga che sui bicchieri, sulle posate e sui piatti sono presenti macchie e aloni e per questo motivo decida di andarsene e non tornare più, col rischio, inoltre, di innescare un passaparola negativo con amici e conoscenti. Ma la cosa peggiore può essere una sua reazione negativa all’interno del locale, davanti ad altri clienti.

C’è una scelta molto ampia quando si tratta di acquistare una lavastoviglie professionale. Ci sono molteplici versioni e modelli: molti hanno cicli veloci come i soli due minuti, il che significa che possono essere lavati e asciugati oltre cinquecento piatti per ora.
Quando si tratta di scegliere quale lavastoviglie da acquistare, una domanda spesso è: può la stessa macchina essere utilizzata per lavare sia bicchieri e piatti?
La risposta semplice a questa domanda è sì, può. Infatti, molti stabilimenti più piccoli utilizzano macchine combinate lavabicchieri/lavastoviglie in quanto non possono permettersi di acquistare unità separate e lo spazio spesso può essere limitante.
lavabicchieri bar

Tuttavia, bisogna fare attenzione quando si usa una sola lavastoviglie professionale sia per piatti che per bicchieri. I bicchieri hanno un tempo di lavaggio più breve delle stoviglie e ciò significa che il lavaggio di bicchieri su un ciclo più lungo non è efficiente in termini di energia. Se le stoviglie sporche e le vetrerie vengono lavate insieme, i detriti alimentari provenienti dal vassoio possono provocare macchie sul vetro.

Le lavabicchieri bar sono tradizionalmente attrezzature per la ristorazione compatte a caricamento frontale e sono utili in stabilimenti dove lo spazio è limitato, dato che il formato massimo del cesto è di circa 400mm x 400mm.
Un approfondimento lo merita proprio la lavabicchieri da bar: di solito l’unità di misura della lavabicchieri è data dalla misura del cestello, da cui naturalmente deriva la misura della vasca e la portata d’acqua. La misura che i tecnici consigliano in un bar classico (modesto lavoro di aperitivo e consumo di circa un chilo e mezzo di  caffè al giorno) è di 35cm di cestello.

Se il locale è specializzato in aperitivi e lavoro serale (cocktail bar e lounge bar), si troverà a lavare soprattutto vetro di diverso tipo o anche cristallo, bicchieri appunto, dove la trasparenza è importante. In una situazione del genere, il consiglio è dotarsi di una lavastoviglie professionale detta “ad acqua pulita” in grado di rinnovare cioè, tutta l’acqua ad ogni lavaggio,

mercoledì 14 marzo 2018

La competitività delle imprese della ristorazione passa per la qualità e la modernità dei loro macchinari da ristorazione

Crescita e aumento del Prodotto Interno Lordo: questo è quello che l’Italia deve necessariamente perseguire a medio e lungo termine. Ma la crescita non equivale solo a maggiori consumi o investimenti in termini quantitativi, è anche e innanzitutto qualità, in ogni settore produttivo, primo fra tutti quello della ristorazione che da sempre ci pone in alto a livello mondiale per la qualità del prodotto e del servizio italiani. macchine alimentari e attrezzature da ristorazione di nuova generazione, unite a nuove linee di produzione, possono essere per le imprese italiane la soluzione giusta per rilanciare l’attività ed essere più competitive. Innovazione, dunque, per le tante imprese italiane del settore ristorativo a più livelli, primo fra tutti quello tecnologico e costruttivo delle forniture per ristorazione, che si traduce poi anche in una migliore gestione dei costi e delle risorse. D’altra parte, fà piacere riscontrare che in un momento economico così critico quale quello attuale le nostre imprese della ristorazione e della gastronomia di qualità non siano state abbandonate.
Dalla Regione Calabria, ad esempio, è giunto un intervento importante a favore delle micro e piccole imprese che operino nella ristorazione da almeno tre anni, volto alla loro riqualificazione e valorizzazione: il finanziamento del 30% della spesa in progetto necessaria all’ampliamento e ammodernamento delle attività esistenti. In concreto, oggetto di finanziamento potranno essere: opere murarie connesse alla cucina professionale, impianti essenziali quali impianti di aspirazione industriali, impianto di aspirazione fumi, ecc, attrezzature per ristoranti, attrezzature bar, attrezzature da pasticceria e il più ampio ventaglio di macchinari da ristorazione, sino al know how e alle attività immateriali legate a eventuali consulenze di specialisti.
cucina ristorazione
Macchinari da ristorazione moderni e performanti possono soddisfare bene queste esigenze: proprio come si decide di acquistare una nuova automobile per avere migliori prestazioni a livello di confort, sicurezza e consumi, allo stesso modo
Anche Allforfood è vicino alle imprese della ristorazione: per esse sceglie ogni giorno solo attrezzatura per  ristorazione di qualità, all’avanguardia, affidabili e durevoli nel tempo. E ad esse riserva la serietà e la convenienza di prezzi e un supporto competente per compiere al meglio una scelta così importante.
Rivolgiti a noi anche tu, acquista on line i nostri ottimi prodotti o richiedi un preventivo personalizzato su Allforfood.com!

venerdì 9 marzo 2018

L’utilità dei pastorizzatori professionali nel ciclo di produzione del gelato

Nel processo di preparazione del gelato, la pastorizzazione è la fase che segue il dosaggio e la miscelazione delle materie prime e consiste nel rapido innalzamento e successivo abbassamento della temperatura della miscela, al fine di rallentare la proliferazione dei batteri. All’interno degli alimenti infatti, è del tutto naturale trovare una certa quantità di flora batterica patogena che prolifera rapidamente ad una temperatura compresa tra i 15 e i 60 gradi centigradi.
Tale operazione viene compiuta tramite delle specifiche attrezzature per gelateria e precisamente i pastorizzatori professionali. pastorizzatori professionali per gelaterieIl loro scopo è conferire alla miscela una certa stabilità enzimatica e biologica, distruggendo gli agenti responsabili delle alterazioni, ma al tempo stesso senza danneggiare le proprietà organolettiche delle materie, tra cui gli zuccheri, gli ingredienti composti e gli altri aromi. Una pastorizzazione perfetta è necessaria per migliorare la qualità del gelato, ma anche per rispettare le norme in tema di sicurezza alimentare.
I pastorizzatori professionali in commercio si differenziano per alcune caratteristiche, tra cui il sistema di riscaldamento. Il metodo più diffuso è quello a bagno maria, che prevede un sistema di circolazione dell'acqua intorno alla vasca in cui si trovano gli ingredienti, riscaldata e raffreddata da serpentine a resistenza elettrica. Altri modelli di pastorizzatori professionali lavorano invece “a secco”, con il vantaggio di impedire la formazione di calcare intorno alle serpentine.
I pastorizzatori professionali operano seguendo due distinti cicli, della durata di due ore ciascuno: la bassa pastorizzazione, durante la quale la miscela viene portata e mantenuta per 30 minuti ad una temperatura di 65 gradi e poi raffreddata rapidamente a 4 gradi; l’alta pastorizzazione, in cui la miscela viene mantenuta ad 85 gradi per soli 15 minuti e poi abbattuta sempre a 4 gradi. Entrambi i cicli di pastorizzazione permettono di distruggere quasi il 100% dei batteri patogeni, lasciando in vita solo certi microrganismi innocui.
attrezzature professionali per gelateriaIn commercio si possono trovare anche pastorizzatori professionali più completi, che riescono a svolgere tutto il processo di preparazione del gelato, dalla miscelazione degli ingredienti sino alla conservazione del prodotto finale, evitando quindi di utilizzare diverse attrezzature per gelateria come i tini di maturazione (o maturatori) e i mantecatori professionali. Se però si dispone di un laboratorio sufficientemente ampio, il consiglio è di evitare il più possibile di acquistare soluzioni “all-in-one” per poter monitorare meglio (ed eventualmente intervenire e correggere) tutto il processo di lavorazione.

Su AllForFood.com puoi trovare una vasta scelta di pastorizzatori professionali ad un prezzo davvero competitivo ed altre attrezzature per gelateria, per allestire al meglio sia il laboratorio che il locale di vendita. Sfoglia subito il catalogo online: puoi scegliere tra diversi modelli di cuocicrema professionali, mantecatori, , tini di maturazione, bollitori, vetrine refrigerate per la conservazione del gelato e molto altro ancora.

sabato 3 marzo 2018

L’utilizzo e la corretta manutenzione dei coltelli professionali

Oltre all’accurata selezione dei coltelli professionali che devono essere utilizzati nelle cucine dei ristoranti, un aspetto che non deve essere affatto trascurato dal personale addetto è il loro corretto uso e manutenzione. I coltelli professionali rientrano in quella categoria di utensili per ristoranti che devono essere trattati con cura perché sono, in media, abbastanza costosi (se di qualità) ed è quindi auspicabile che abbiano una durata più lunga possibile.
L’investimento iniziale dovrebbe prevedere anche l’acquisto di un affilacoltelli di acciaio o di pietra (cote). Con l’acciaino è possibile mantenere il filo in buono stato, anche se non è in grado di ripristinare l’affilatura rovinata, al contrario della cote, che può effettuare entrambe le operazioni.
Il risultato migliore si ottiene con un acciaino diamantato, che permette di ottenere un filo molto sottile, anche se di solito è abbastanza costoso. Il problema è che la lama si consuma piuttosto rapidamente ed il coltello professionale potrebbe finire per curvarsi, andando ad assomigliare ad una specie di falce, se non se ne prende cura. coltelli professionali per ristorantiIl consiglio è di non affilare solo il centro dei coltelli professionali (a volte potrebbe far colpo veder affilare i coltelli in questo modo), ma di fare in modo che si consumino e vengano affilati in  maniera uniforme.
I coltelli da cucina professionale non vanno utilizzati su certe superfici quali pietra, acciaio, vetro o ceramica, perché si rischia non solo di rovinare la lama, ma anche di far finire delle piccole schegge nei cibi e quindi ferirsi. La soluzione migliore per questi utensili da cucina professionale è rappresentata da taglieri in plastica rigida o in legno, che dovranno essere puliti con regolarità (in caso di taglieri in plastica rigida è bene immergerle in una soluzione di acqua e candeggina una volta ogni 10 giorni circa).
Affilare regolarmente i coltelli professionali significa anche ridurre il rischio di incidenti: la maggior parte delle ferite sono causate da coltelli spuntati piuttosto che da quelli affilati, perché si applica più pressione e quindi aumenta il rischio che scivolino dalle mani.
Infine si consiglia di non riporre questi utensili sfusi dentro a un cassetto; al contrario ci si dovrebbe dotare di appositi accessori per cucine di ristoranti e hotel, come ceppi per coltelli o custodie con le tasche per gli alloggi (simile a quelle per chiavi inglesi). Molti chef decidono invece di avvolgere i coltelli professionali in vecchi grembiuli, semplicemente assicurandosi che non tocchino tra loro e con le stringhe strette, affinchè non si aprano.
Se cerchi dei coltelli professionali di qualità o altri utensili per le cucine di hotel, pizzerie e ristoranti, su AllForFood troverai tutto ciò che fa per te. Visita la sezione dedicata alle forniture alberghiere, sfoglia il catalogo online ed effettua il tuo ordine direttamente da casa in pochissimi click.