domenica 24 giugno 2018

La scelta dell’impastatrice professionale, il primo passo per preparare una pizza che conquista

Quando si vuole aprire un’attività di ristorazione, che si tratti di ristorante, pizzeria, trattoria o snack bar, è necessario porre estrema attenzione nella scelta delle attrezzature, soprattutto di quelle che vengono utilizzate in cucina e nella preparazione dei cibi come frigoriferi, abbattitori di temperatura, attrezzature per la lavorazione della carne ecc. Per le pizzerie in particolare sono importanti due tipologie di attrezzature professionali: i forni per pizzeria e le impastatrici professionali, queste ultime da utilizzare per realizzare impasti di pizza, pane, dolci ed altri prodotti di pasticceria.impastatrice per pizzeria a bracci tuffanti
Esistono vari tipi di impastatrici da pizzeria che si differenziano per le tecniche di impasto e che permettono quindi di ottenere degli impasti dalle caratteristiche diverse. Prima della lievitazione biologica, vi è la lievitazione fisica che consiste nell’aumento del volume dell’impasto, causato appunto dall’azione meccanica delle impastatrici professionali, tramite insufflazione dell’aria. I modelli che riescono ad effettuare questa operazione in maniera efficace ed in breve tempo sono le impastatrici a spirale, a forcella ed a bracci tuffanti. In realtà è possibile comprendere anche le impastatrici planetarie, così chiamate perché il braccio meccanico ruota intorno a se stesso e intorno al centro della vasca proprio come un pianeta, ma queste sono più adatte ad un uso casalingo. Le loro maggiori controindicazioni riguardano appunto la non adeguata insufflazione dell’aria e l’eccessivo surriscaldamento dell’impasto.
Le impastatrici a spirale permettono una discreta ossigenazione dell’impasto e facilitano lo sviluppo del glutine; non sono però adatte ai principianti in quanto è necessario imparare le giuste tempistiche e le modalità di impasto per evitarne il surriscaldamento. Le impastatrici a forcella, grazie alla naturalezza dell’organo di movimento, permettono di ottenere impasti non riscaldati e ben ossigenati, per una maggiore qualità del risultato finale. È una delle attrezzature professionali più versatili ed adatte per qualsiasi tipo di impasto, con una prevalenza per quelli duri. Il top di gamma è rappresentato dalle impastatrici per pizzeria a bracci tuffanti, che riproduce il movimento delle braccia e delle mani dell’uomo. La temperatura ceduta dalla macchina è minima, intorno ai 4-6 gradi, ed il risultato è un impasto perfettamente ossigenato, della massima omogeneità e pronto per una perfetta e lenta lievitazione.
Su AllForFood puoi trovare una vasta gamma di impastatrici professionali adatte per pizze, pasta, pane e altri prodotti di pasticceria. Puoi scegliere tra diversi modelli di impastatrici planetarie, a spirale, a forcella ed a bracci tuffanti ed effettuare il tuo acquisto direttamente online a prezzi realmente competitivi.

giovedì 14 giugno 2018

Il fry top, una macchina alimentare che esalta le abilità dei cuochi

L’abilità di un cuoco è scegliere la tipologia di cottura più appropriata dal punto di vista del gusto, delle caratteristiche organolettiche e merceologiche del cibo, individuando i tempi di cottura ottimali per i diversi alimenti. Nel caso delle verdure ad esempio, tempi troppo lunghi di cottura possono causare la perdita di vitamine e sali minerali e l’alterazione del colore e della consistenza dell’alimento. Attualmente, poi, in un clima di crescente attenzione alla salute e alla linea dei consumatori, gli operatori delle cucine professionali si orientano sempre più verso cotture rapide e salutari e prediligono l’utilizzo di macchine alimentari con cui è possibile realizzarle. Il fry top è tra le attrezzature da ristorazione più utilizzate a questo scopo: bar, tavole calde, ristoranti e alberghi si avvalgono sempre più dei fry top, a maggior ragione nella calda stagione estiva, dove le suddette esigenze si amplificano ancora di più perché l’organismo ha maggior bisogno di una dieta leggera e sana. L’estate è la stagione delle cotture alla griglia o alla piastra, nelle cucine casalinghe e nelle cucine professionali. E con un fry top professionale ciò diventa un’operazione semplice da eseguire e dai risultati eccellenti. Basta disporre gi alimenti, fette o pezzi di carne, pesce o verdure, sulla piastra liscia o rigata, pre-riscaldata, di un fry top a gas o elettrico. La fonte di calore che agisce sotto la piastra dei fry top industriali è molto potente, per cui è importante la corretta regolazione del calore della piastra rispetto a  dimensioni e spessore dell’alimento, per  evitare che esso si bruci in superficie rimanendo crudo all’interno o non sufficientemente cotto. Ma questo poteva essere difficile fino a qualche anno fà: i moderni fry top per ristorazione sono dotati di sistemi di riscaldamento con bruciatori radianti che permettono una perfetta distribuzione del calore sulla piastra e, in più, termostati, spie e appositi comandi che garantiscono il massimo monitoraggio della cottura. E la presenza, alla base del  fry top, di capienti cassetti per il recupero dei grassi è motivo di sicurezza per la salubrità del risultato e a livello igienico, e di grande comodità per la possibilità di cuocere a contatto alimenti diversi come carne, pesce e verdure, senza rischio di contaminazione tra loro. Nel catalogo di Allforfood, alla sezione fry top snack del reparto di attrezzature bar, ci sono fry top di ottima qualità tra cui potrai scegliere: le diverse tipologie fry top a gas, fry top elettrico, e le comodissime versioni compatte di fry top a gas da banco o fry top elettrico da banco, le più usate dai bar.
L’azienda ti mette a disposizione una vasta gamma di modelli per dimensioni, alimentazione, potenza, dotazioni tecnologiche, con piastre lisce per un effetto più semplice, o con  piastre rigate per il tanto apprezzato effetto rustico. Per cuocere abilmente cibi sani e saporiti scegli uno dei nostri fry top professionali e acquistalo comodamente on line su Allforfood.com, sito n.1 per la vendita di attrezzature da ristorazione

venerdì 8 giugno 2018

I banchi frigo, attrezzature da ristorazione d’oro per la sostenibilità ambientale del cibo e il profitto dell’attività

Molti di noi, nel loro piccolo, si comportano da consumatori responsabili: chi non vorrebbe trovare sui banchi del mercato di quartiere o sui banchi frigo del supermercato prodotti a km zero, freschi e sicuri, che provengano direttamente dagli imprenditori agricoli? Sicuramente molti. E quanti sono gli agricoltori impegnati nella produzione e commercializzazione di prodotti biologici e dalla qualità garantita come indicata dalle tanto famose etichette DOP, DOCQ, IGP? Altrettanti. E numerose sono anche le persone che cercano di ridurre gli scarti, conservando adeguatamente il prodotto. Basta pensare alle migliaia di attività italiane che ogni giorno utilizzano armadi frigocelle frigorifere e abbattitori di temperatura per la gestione dei cibi della loro cucina professionale. Ma certamente è ancora più in alto che bisogna guardare per parlare di sostenibilità ambientale dei cibi che mangiamo:  all’industria agroalimentare, che produce nei campi e negli allevamenti, che trasforma, conservando gli alimenti in appositi armadi frigoriferi per i lunghi viaggi, che vende e distribuisce, secondo una catena che dal grossista và al supermercato, e di lì al piccolo dettagliante, oppure al ristoratore.celle frigorifere Ecco, interventi per la sostenibilità ambientale del cibo che mangiamo andrebbero fatti in questa direzione, scegliendo ad esempio attrezzature da ristorazione che ci permettano la razionalizzazione dei consumi idrici ed energetici, di ridurre gli scarti, ecc. Macchinari da ristorazione quali banchi frigo, o banchi refrigerati, moderni e all’avanguardia permettono una grande capacità di carico della merce esposta e spesso sono dotati di una cella sottobanco refrigerata accessibile dal retro che garantisce un ampio spazio per lo stock della merce. In più un banco frigo di qualità, esattamente come le altre macchine alimentari preposte alla conservazione, è progettato proprio per ottimizzare e ridurre notevolmente i costi energetici e di manutenzione, privilegiando al massimo i profitti. In futuro, poi, si potrà pensare a soluzioni ancora più ecologiche quale quella adottata dalla Compass Group, la più grande società di ristorazione del mondo, presente in oltre 50 paesi, dove serve circa 4 miliardi di pasti l’anno a uffici, fabbriche, scuole, università, ospedali, centri sportivi, ecc. Essa è ricorsa a un sofisticato software gestionale che aiuta il personale aziendale a creare strategie personalizzate per ridurre l’impronta ecologica delle loro operazioni: un supporto che và dai menu, all’uso dei macchinari da ristorazione (forni professionali, banchi frigo, aspiratori industriali,lavastoviglie professionali, ecc) e che permette di misurare i risultati ottenuti e di condividerli on line con altri locali. In attesa di soluzioni altamente innovative dal mondo dell’informatica, per la qualità e la sicurezza della tua attrezzatura da ristorazione affidati a Allforfood!

venerdì 1 giugno 2018

Le attrezzature da pasticceria e gli step per una produzione pasticcera professionale

Secondo i professionisti del settore della pasticceria, persone che vi lavorano da 30 o 40 anni, che sono passate per l’apprendistato e hanno aperto poi un proprio laboratorio, i fondamentali di questa attività che è anche un’arte sono senza dubbio le attrezzature da pasticceria che vengono impiegate. Sia che si tratti di pasticceria dolce, sia di pasticceria salata, o di creazioni da forno da pasticceria, sembra che le conoscenze e le abilità che si possono avere non bastino da sole per una realizzazione ad hoc di prodotti di pasticceria. Secondo loro, inoltre, nell’apprendimento dell’arte pasticcera, bisogna andare per gradi: dalla conoscenza degli impasti di base e dalla padronanza nell’utilizzo di una impastatrice per pasticceria si passa alla produzione di prodotti sempre più finiti e curati, sino alle  decorazioni. vetrina per pasticceriaUn punto centrale che i professionisti del settore non dimenticano mai di sottolineare è la qualità ambientale e igienica di quel laboratorio in cui tante e diverse attrezzature per pasticceria sono in funzione intensamente ogni giorno. Di qui la fondamentale importanza di avere un occhio di riguardo, tra l’attrezzatura da pasticceria che si sceglie per la propria cucina professionale, per la qualità dei tavoli refrigerati e degli armadi refrigerati, rigorosamente in acciaio, e da tenere costantemente puliti. Per queste attrezzature, a livello di materiali costruttivi, un’alternativa può essere il marmo, ma occorre che siano sempre superfici lisce, cioè pratiche da lavare. Oltre alle attrezzature per pasticcerie di tipo primario, come quelle suddette, è importante dotarsi anche di una serie di complementi che sono in grado di rendere molto più snello e veloce il lavoro: articoli per pasticceria che sono un po’ accessori, quali spatole e utensili vari, ma anche piccoli macchinari da pasticceria, quali raffinatrici, snocciolatici e tritatrici. Infine, trattandosi appunto anche di un’arte, il mondo della pasticceria, come quello della ristorazione in generale, necessità di attrezzature da pasticceria specifiche che di quest’arte valorizzino anche la forma: vetrine per pasticceria di qualità ed eleganti sono lo strumento con cui sicuramente tale scopo si raggiunge. Con le nostre valide attrezzature poi, una pasticceria di alto livello, nella sostanza e nella forma, è possibile: visiona la nostra ricca gamma di macchinari da pasticceria e scegli quello più adatto alle esigenze della tua attività. La soddisfazione è garantita, acquistalo comodamente on line su Allforfood.com!

martedì 29 maggio 2018

Vetrine e banchi refrigerati per le attività commerciali


All’interno di un bar, come di una pasticceria, il banco frigo è una delle attrezzature che non può mancare dal momento che molti alimenti richiedono di essere conservati a una temperatura diversa da quella ambientale. Le gelaterie in particolare sono attività che hanno un bisogno imprescindibile di queste attrezzature alimentari per conservare e vendere il gelato artigianale, senza alterazioni di sapore. 

I banchi frigo per gelateria o vetrine refrigerate si presentano con una vetrinetta in plexiglass oppure in vetro dal design innovativo che ha la funzione di coprire le vaschette o i pozzetti contenenti il gelato. Il design è personalizzabile, ci sono infatti quelle lineari, ma anche curve che possono essere integrate tra loro in maniera modulare.

L’illuminazione è molto importante e fa la differenza nella buona presentazione del prodotto che deve esprimersi al meglio delle sue possibilità. Ecco perchè si usano luci forti, accese, a led, in grado di dare un aspetto accattivante al gelato, ma anche di far consumare meno energia elettrica.
Per contenere i vari gusti la scelta è tra l’utilizzo dei “pozzetti” oppure delle più tradizionali vaschette, entrambi in acciaio inox, che vengono refrigerate tramite doppia ventilazione.
Conservando i prodotti nelle condizioni ottimali, non soltanto si garantisce la loro integrità fino alla data della scadenza, ma si impedisce anche la proliferazione di germi e batteri. Locali come bar e pasticcerie sono dotati di una vetrina refrigerata da esposizione, in modo che il cliente possa vedere tutti i prodotti e scegliere quello desiderato. Il banco frigo di un supermercato, invece, generalmente è un modello a muro che espone latticini, salumi e, talvolta, frutta e verdura.
vetrine refrigerate

Nella scelta, oltre alle dimensioni, è importante valutare alcune caratteristiche tecniche, ad esempio la funzionalità e la comodità d’uso. Un buon arredo refrigerato dovrà essere il più possibile pratico e versatile. A seconda delle esigenze, il banco frigo potrà presentare diverse caratteristiche e funzioni. Le necessità varieranno ovviamente in funzionale del tipo di locale che si vuole aprire.
I materiali utilizzati per una vetrina refrigerata per bar, pasticceria e gelateria sono: acciaiovetri temperati riscaldati e pirolitici, alluminio estruso, controllo elettronico delle temperature e dell’umidità sono inglobati dalle forme che i designer e i progettisti creano per ogni esigenza.
Tra i diversi produttori presenti sul mercato delle vetrine refrigerate spicca sicuramente Tecnodom, da oltre 25 anni tra le aziende più apprezzate nel settore della refrigerazione professionale. La società con sede a Padova produce macchinari di altissima qualità, progettati interamente in Italia e che rispondono in modo eccellente a tutte le normative igieniche sanitarie in materia di sicurezza e conservazione alimentare.

Su AllForFood.com puoi acquistare ad esempio banchi per pasticceria Tecnodom, ma anche banchi e vetrine refrigerate per gelaterie, supermercati, macellerie e bar. Sfoglia il catalogo online ed effettua il tuo ordine con un clic.

lunedì 21 maggio 2018

Impastatrici a forcella e altre impastatrici professionali: gli investimenti di un’azienda per un futuro di crescita

I casi di successo dell’economia italiana vanno sempre riportati, perché, soprattutto nei momenti di crisi quale quello attuale, possano infondere la giusta fiducia e un sano ottimismo a quanti ogni giorno si confrontano con sfide imprenditoriali e lavorative. Tali casi, d’altra parte, sono anche il simbolo di una capacità, quella italiana, troppo poco evidenziata a dispetto di notizie negative e di fallimento. Oggi, ad esempio, un’affermata azienda produttrice di grissini e snack, prossima a compiere il primo decennale di vita, sta investendo oltre 400.000 euro per sostituire tutte le sue impastatrici professionali: impastatrici a forcella, impastatrice a spirale, impastatrice planetaria, ecc. Nel caso delle impastatrici a forcella il cambiamento investe proprio la forcella: l’azienda sta ricorrendo a forme studiate apposta per la tipologia dei suoi prodotti e per questo in grado di realizzare un impasto decisamente più soffice, molto simile a quello che si faceva una volta a mano.catalogo impastatrici a spirale Anche per quanto attiene alle impastatrici a spirale, o alle impastatrici planetarie, l’azienda sta optando per quelle macchine alimentari più dotate di impianti tecnologicamente avanzati, che le garantiscano prodotti più costanti e rispondenti alle aspettative e ai gusti della sua clientela. Sostituire completamente, o rinnovare in parte un’impastatrice professionale, o qualsiasi altra macchina alimentare e attrezzatura da ristorazione, è senza dubbio una scelta strategica, quella di un investimento supportato da un’adeguata dose di ottimismo verso il futuro della propria azienda. Inoltre, la filosofia aziendale di questa e di altre realtà imprenditoriali italiane và di pari passo con la serietà delle stesse: sono tutte imprese attente in primis alla salute e sicurezza alimentare, con un riguardo verso il cliente e un rispetto dei cibi massimi. Infine, nella scelta delle nuove impastatrici forcella, impastatrici a spirale e impastatrici planetarie l’orientamento predominante è su impianti di laminazione che consentano di usare diversi tipi di pasta, e su celle di lievitazione che mantengano più stabili temperature e umidità. Il tutto con il ricorso a sistemi computerizzati che automatizzino, gestiscano e controllino ogni aspetto.
Se anche tu hai spirito imprenditoriale e credi nella qualità dei prodotti italiani all’insegna dei sapori della tradizione, investi in modo intelligente con Allforfood, acquista on line impastatrici professionali e tutti le altre forniture per la ristorazione su Allforfood!

lunedì 7 maggio 2018

Cottura professionale a bassa temperatura: cos’è e come realizzarla


La cottura a bassa temperatura, di alimenti messi sottovuoto, è una delle più importanti innovazioni in campo culinario, tanto nelle cucine professionali quanto in quelle domestiche. La temperatura in cucina è una delle componenti decisive nella preparazione di un piatto: può infatti trasformare i cibi rendendoli particolarmente saporiti o, in caso contrario, rovinarli rendendoli immangiabili. Da sempre è quindi tra gli elementi più difficili da controllare con precisione, soprattutto quando si lavora con determinate temperature, ad esempio al di sotto dei 100 °C. Ed è per questo che oggi esistono delle macchine alimentari specifiche per tale cottura.
Il metodo è stato descritto per la prima volta da Sir Benjamin Thompson, Conte di Rumford, nel 1799, che però ha usato l’aria, anziché l’acqua come fluido termoreattore. È stato riscoperto dagli ingegneri americani e francesi a metà degli anni ’60, sviluppato come metodo di conservazione degli alimenti industriali.

La cottura sottovuoto a bassa temperatura è stata adottata da Georges Pralus nel 1974 per il ristorante Troisgros (di Pierre e Michel Troisgros) a Roanne, Francia. Georges ha scoperto che il foie gras cucinato in questo modo conserva il suo aspetto originale, non perde il suo grasso e ha una migliore consistenza.
cucine professionali

la cottura a bassa temperatura non è un procedimento esclusivo per Chef e cucine professionali. Si tratta semplicemente di una tecnica che consiste nel cuocere gli alimenti a temperatura costante ricompresa tra i 50 e i 60° C. Con la cottura a bassa temperatura: l’alimento si cuoce attraverso il ricircolo del calore; non vi è dispersione di succhi, umori e principi nutritivi; le carni sono più tenere e sugose; è garantito il risultato di cottura sia al centro dell’alimento che nella parte esterna: essendo la temperatura fissata e costante, la cottura non potrà mai andare oltre il grado determinato.
In sostanza, nonostante con la cottura a bassa temperatura siano necessari tempi più lunghi e una grande attenzione al calcolo esatto del tempo di cottura, il risultato è qualcosa che merita di essere provato.

Per effettuare questo tipo di cottura professionale sono necessarie macchine alimentari come la confezionatrice sottovuoto e la macchina per la cottura a bassa temperatura, ma a parte ciò bisogna fare attenzione a due parametri importanti: il tempo e la temperatura.
Tempi e temperature di cottura variano in base al tipo di alimento, alla sua dimensione e consistenza. Se una bistecca di manzo tenera e di medio spessore richiederà una  cottura a una temperatura di 55° per circa 2,5 – 4 ore, un taglio più grande o più fibroso necessiterà  di temperature superiori, –almeno 60°– da prolungare anche per 24 -72 ore, mentre per un trancio di pesce basteranno 15 minuti a 61°C. C’è comunque un aspetto positivo, in questo tipo di cottura:  una volta che l’alimento è cotto, anche se prolungherete  accidentalmente il tempo di cottura,  non ci sarà comunque  il rischio di “stracuocerlo”, ma resterà  soltanto immerso come in una sorta di bagno caldo.

Su AllForFood puoi trovare migliaia di attrezzature per la cottura professionale dei migliori marchi come i forni professionali Tecnodom, le friggitrici per ristoranti Mec o i forni pizza Fimar