giovedì 3 gennaio 2013

Gli schemi classici delle zone di lavoro e le novità su macchine alimentari come le celle frigorifere

celle frigorifere
Nella ristorazione italiana una cucina professionale è vincolata da una serie di norme rigorose che fanno capo ad una specifica legislazione di settore incentrata sulla sicurezza e sull’igiene dei locali. La rigidità di tali norme investe le cucine della ristorazione a più livelli: le pavimentazioni, i muri, gli scarichi, la ventilazione, l’illuminazione, e molto altro. Alcuni requisiti sono facilmente ravvisabili anche da chi non è del settore: se è capitato almeno una volta di entrare in una cucina professionale, ci si sarà sicuramente resi conto della netta divisione tra le zone di lavoro, realizzata per lo più in muratura, e completata spesso con vetrate che arrivano fino al soffitto. Tale distinzione è finalizzata innanzitutto alla salvaguardia igienica, e insieme permette al personale di cucina di comunicare e avere sotto controllo le diverse zone e macchine alimentari coinvolte nei singoli processi. Dunque, ben separate una dall’altra, ma, come detto, controllabili a distanza, ci si trova dinanzi a delle precise aree ben organizzate e popolate da attrezzature da ristorazione grandi e piccole che rendono bene l’idea del fermento e della produttività delle cucine industriali, e che sono anche gradevoli per gli occhi, soprattutto negli ultimi anni, per la maggiore attenzione al design, ai colori, alle forme, ovvero all’estetica. Così, celle frigorifere, abbattitori di temperatura e armadi frigo si trovano in una zona logisticamente vicina a quella dedicata alla preparazione degli alimenti, dove, in base al tipo di locale,  possono esservi macchine come l’affettatrice professionale, l’impastatrice professionale, il frullatore professionale, lo spremiagrumi professionale, ecc. Quest’area, a sua volta, è funzionalmente in prossimità della zona preposta alla cottura dei cibi, dove gli attori di questo processo possono essere veramente molti: dalle numerose tipologie di forni professionali, alle friggitrici professionali, ai frytop, al girarrosto da ristorante, alla griglia a pietra lavica, fino alle macchine per kebab dei locali che offrono anche gustose specialità estere. Completata da una zona con le attrezzature per il lavaggio delle stoviglie, la parte delle cucine professionali dedicata alla vera e propria produzione, è invece più distante dai locali impianti, da eventuali uffici, e dai locali riservati al personale, quali servizi e spogliatoi, perché questo arrivi già pronto e pulito alle sue postazioni di lavoro. In uno schema organizzativo di tipo tradizionale come questo, però, assistiamo anche all’evoluzione e al cambiamento di alcune scelte dei ristoratori. E’ il caso delle celle frigorifere, che con gli abbattitori di temperatura e gli armadi frigoriferi sono attrezzature da ristorazione indispensabili per la corretta gestione delle temperature dei cibi e la loro conservazione. Da qualche anno nuove tendenze investono in particolare le celle frigorifere: la preferenza massiccia per l’accaio inox al posto della muratura di prima, e il largo utilizzo di celle frigorifere modulari, costituite cioè di pannelli prefabbricati, per composizioni che si adattano a qualsiasi esigenza di spazio. Se cerchi soluzioni tradizionali, ma anche le ultime novità del mercato sulla refrigerazione, non perdere la linea freddo di Allforfood e la sua ampia scelta di modelli, ideali come attrezzature per ristoranti, attrezzatura da pizzeria, ma anche per bar e pasticcerie. Acquistale comodamente on line a prezzi molto competitivi! 

Nessun commento:

Posta un commento