lunedì 9 maggio 2016

Arredamento bar e burocrazia: come realizzare un dehors senza problemi

A volte potrebbe essere una buona idea, per incrementare i guadagni e permette agli ospiti di fermarsi e consumare di più, allestire un dehors di fronte al proprio bar. A volte, ma non sempre. Se il locale si trova in una zona molto trafficata in cui i clienti sono soliti affollarsi di fronte al bancone per una rapida colazione, l’idea del dehors potrebbe rivelarsi addirittura controproducente perché richiederebbe solo maggior tempo e denaro per gestirlo, ma pochi introiti.
Fatta questa premessa, l’allestimento di uno spazio esterno richiede un po’ di attenzione per quanto riguarda l’aspetto burocratico e pratico (scelta dell’arredamento del bar e disposizione di panche, sedie e tavoli da bar).
arredamento bar

Iniziando dalla parte più noiosa è necessario chiedere al comune l’autorizzazione e pagare la tassa per l’occupazione di suolo pubblico. Da notare che la tassa varia non solo da comune a comune, ma anche all’interno della stessa città, in funzione della posizione e quindi dei possibili ricavi. A questo punto bisogna comunque fare attenzione a posizionare tavoli, sedie e il resto dell’arredamento del bar, rispettando i “confini”, soprattutto nelle zone centrali dove c’è più affollamento, pena il pagamento di una multa salata.

Per quanto riguarda la scelta dell’arredo del bar, il consiglio (così come per l’arredamento interno) è di dare libero sfogo alle proprie idee: in generale la creatività permette spesso di ottenere con cifre contenute risultati piacevoli e pieni di passione. Bisogna pensare inoltre che molti comuni stabiliscono dei paletti precisi per la realizzazione di questi spazi, principalmente in relazione al tipo e al colore delle coperture (il crema è sempre molto apprezzato), al materiale utilizzato (ferro battuto, resina, vimini)  e persino al tipo di piante che delimitano il dehors. La scelta dei materiali di tavoli, sedie e sgabelli bar sarà anche influenzata dalla posizione del locale: vicino al mare, esposto alle intemperie, sotto un gazebo e così via.
sedute bar


Infine un’ultima componente dell’arredamento esterno del ber che potrebbe far lievitare il budget da investire, è l’installazione di un impianto di riscaldamento e/o refrigerante, in modo che il dehors possa essere goduto dai clienti in ogni stagione dell’anno. A tal fine si potrebbero sistemare tra i tavoli del bar dei funghi con bombole a gas per riscaldare, stufette elettriche illuminate oppure ventilatori, nebulizzatori di acqua o quant’altro.

Se vuoi trovare delle idee originali per arredare l’interno e l’esterno del tuo bar, sfoglia il catalogo online di AllForFood,com con più di 30 mila articoli tra macchine alimentari, forniture alberghiere e complementi di arredo. Puoi anche chiedere un preventivo gratuito e senza impegno, tagliato in base alle tue esigenze.

Nessun commento:

Posta un commento