sabato 19 novembre 2016

I segreti per svolgere al meglio la professione del barman: dedizione, meticolosità e pazienza

Il barman è colui che si occupa della preparazione di cocktail e drink, curandone anche la presentazione o proponendo proprie ricette: il suo obiettivo è la soddisfazione del cliente. Questo professionista lavora al banco del bar, utilizzando e avendo cura di mantenere e conservare le attrezzature e gli elementi di arredamento del bar interno ed esterno. Il barman non intrattiene rapporti solo con i clienti ma, nelle strutture più articolate, deve anche interagire e coordinarsi con il Maître di sala, con il Responsabile della ristorazione e con l'Amministrazione.
Come nel ristorante, anche nel bar la cura dei dettagli e delle sfumature del servizio è ciò che differenzia il professionista: la perfezione del servizio sta nell’attenzione ai particolari. Ordine, meticolosità e pulizia per quanto riguarda l’arredo del bar (attrezzi, sedie, banco, tavoli bar) sono imperativi per chiunque lavori in un locale del genere.
Per quanto riguarda l’ordine, la prima regola che un barista deve adottare nel lavoro è rimettere a posto gli sgabelli del bar e il resto dell’arredo bar, dopo che i clienti se ne sono andati ma anche le cose appena usate dal barman stesso. Nel bar si usano in continuazione attrezzi di lavoro, bottiglie, cibi: se non si è più che ordinati il risultato è un costante senso di confusione e disordine, con tutti i problemi che derivano dal non trovare ciò che occorre mentre si lavora, oltre alla sgradevole impressione che si trasmette alla clientela.
La meticolosità serve perché quotidianamente ci sono lavori che devono essere ripetuti sempre nello stesso modo (fare il carico, effettuare le pulizie, controllare la linea completa, ecc.) per lavorare con tranquillità e professionalità.
La pulizia è un obiettivo che si deve rincorrere in continuazione. Tenere pulito il locale è più difficile di quanto possa sembra, visto il continuo viavai dei clienti; il banco, il pavimento, le attrezzature, le bottiglie, i tavoli e le sedie del bar, tutto si sporca in continuazione e, allo stesso modo, tutto deve essere pulito.
Per diventare barman occorrono sacrifici e impegno costante, ma è una professione che sa ripagare gli sforzi compiuti, sia sotto il profilo economico sia sotto il profilo umano e sociale, a patto che gli sforzi siano fatti per offrire un servizio di alta qualità, possibilmente in locali professionali.
Infine un’annotazione importante relativamente al comportamento. Lavorare in bar è più “stressante” che lavorare in sala. Il servizio dei camerieri prevede momenti e luoghi senza la presenza dei clienti: durante la preparazione e il riassetto della sala, ma anche durante il servizio, in office per esempio. Nel bar invece l’addetto è costantemente allo sguardo della clientela.

AllForFood.com, store online leader nel settore delle attrezzature per la ristorazione e forniture alberghiere, propone centinaia di soluzioni per arredare bar, ristoranti e hotel dalla A alla Z e in maniera impeccabile. Tutti gli elementi di arredo sono selezionati per garantire massima funzionalità a chi vi lavora ed alto impatto estetico ai clienti.

Nessun commento:

Posta un commento